Posted by on

La ricerca della casa ideale

Beautiful House

Esiste la casa ideale?

La casa che abitiamo nei nostri sogni, che ci regala emozioni al solo pensiero, che alimenta i nostri desideri e le aspettative, il rifugio dove sentirsi protetti, al riparo dalle tempeste della vita, dove possiamo essere noi stessi, riassunta perfettamente da Gaston Bachelard nel “lo spazio di intimità per sognare in pace”?

Certo che esiste!

E perchè può sembrare difficile trovarla?

Quasi sicuramente perchè adottiamo un approccio non adeguato nella ricerca, forse troppo razionale, basato quasi esclusivamente su considerazioni pratiche ed economiche. Oppure preferiamo copiare le scelte degli altri, di amici e familiari, seguiamo i loro consigli o le tendenze del momento.

Lasciamo invece che sia il nostro istinto a guidarci! Ci aiuterà sicuramente ad individuare la nostra casa.

Cercare casa è per molti aspetti simile a pianificare una vacanza.

Prima di tutto si sceglie la località e poi la tipologia della sistemazione, non dimenticandoci il budget a disposizione.

Si sfogliano poi montagne di cataloghi, si passano ore ore su internet, valutando le innumerevoli offerte.

Nel caso della vacanza il processo non dura moltissimo e si parte, sperando che vada tutto bene.

Nella ricerca della casa invece si procede con il “turismo immobiliare”, si visitano case dopo case, che spesso hanno valutazioni disparate, lontane da ogni logica, ciò crea nella nostra testa una gran confusione, che ci rende difficile prendere una decisione.

Del resto l’investimento nel mattone è considerevole, non è come comprare un abito e dovrebbe poi essere a lungo termine, sorgono dunque mille dubbi, ci assale la paura e così o continuiamo a cercare all’infinito o abbandoniamo l’idea, sconsolati, concludendo che “sul mercato non c’è niente di bello!”

Proviamo invece a condurre la ricerca diversamente, con una maggiore flessibilità e coinvolgendo la nostra sfera emotiva.

Innanzitutto, come in ogni acquisto, è basilare la determinazione del budget.

Se si dispone già del capitale necessario l’inizio è facilitato, altrimenti è consigliabile consultare uno o più istituti bancari per la valutazione della propria affidabilità creditizia.

E’ meglio farlo prima di aver trovato la casa preferita per evitarsi disillusioni.

E non scartiamo l’idea di ricorrere al finanziamento anche per integrare il proprio capitale, visti i tassi di interesse attuali ai minimi storici. Ciò ci consentirebbe di ampliare l’offerta fra cui scegliere il nostro immobile.

Nella decisione delle località preferite, o dei quartieri nelle città, cerchiamo di non fissarci solo su quelli più rinomati e gettonati, ma allarghiamo il territorio della nostra ricerca. Potremmo scoprire ubicazioni migliori e più confacenti alle nostre esigenze e forse anche a prezzi migliori!

Una casa indipendente o un appartamento in condominio o in residence? Edificio moderno o rustico? La tipologia prediletta riflette normalmente lo stile di vita o il contesto in cui si è cresciuti. Siate flessibili, allontanate i condizionamenti e la novità potrà piacevolmente sorprendervi!

A questo punto possiamo dare inizio alle visite delle case.

Mi raccomando, non soffermatevi eccessivamente sui particolari, l’arredamento, il colore delle pareti, la pulizia o l’ordine dei locali, non cercatene a tutti costi i difetti, ma ascoltatevi, sentite se avvertite una vibrazione, anche minima.

Usate l’immaginazione ed abbandonatevi ai sogni!

Un consiglio: non cercate una casa che vi rispecchi e che parli agli altri di voi così com’è; spetterà a voi, una volta acquistata, trasformarla nel vostro nido, seguendo il vostro gusto e i vostri desideri.

Siete pronti a partire per questa avventura?

Potrete scoprire che cercare casa può essere un viaggio alla ricerca di noi stessi, verso la nostra realizzazione, con la possibilità di modificarci e di evolvere. Cogliamo questa grande opportunità!