Posted by on

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico

agevolazioni fiscali

La nuova legge di stabilità ha prorogato al 31 dicembre 2015 il bonus fiscale del 65% previsto per le ristrutturazioni edilizie che comportano un risparmio energetico nelle abitazioni.

Tale agevolazione fiscale, consistente in detrazioni dall’IRPEF o dall’IRES, viene riconosciuta qualora siano state sostenute spese per:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento

  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti , finestre)

  • l’installazione di pannelli solari

  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

Novità. La nuova legge estende l’agevolazione a due tipi di interventi:

  • l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari (fino a € 60.000)

  • l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili (fino a € 30.000)

Un’altra novità prevista è l’estensione dell’agevolazione agli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali.

Dal 1 gennaio 2016 tale agevolazione verrà equiparata alla detrazione fiscale prevista per le ristrutturazioni edilizie.

DETRAZIONI MASSIME

Riqualificazione energetica di edifici esistenti

€ 100.000,00

Pareti, finestre, compresi gli infissi

€ 60.000,00

Installazione di pannelli solari

€ 60.000,00

Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

€ 30.000,00

Acquisto e posa in opera di schermature solari

€ 60.000,00

Acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili

€ 30.000,00

I soggetti che potranno usufruire delle detrazioni sono tutti i contribuenti residenti o non residenti, che possiedono l’immobile oggetto dell’intervento ed in particolare:

  • persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni

  • i contribuenti che conseguono reddito di impresa ( persone fisiche, società di persone, società di capitali)

  • le associazioni tra professionisti

  • gli enti pubblici e privati, che non svolgono attività commerciale

Tra le persone fisiche sono ammesse alle agevolazioni anche:

  • i titolari di un diritto reale sull’immobile

  • i condomini per gli interventi sulle parti comuni condominiali

  • gli inquilini

  • coloro che hanno l’immobile in comodato

I tipi di interventi ammessi:

  1. riqualificazione energetica di edifici esistenti.

L’importo massimo della detrazione fiscale previsto per questo intervento è di € 100.000.

Si considerano i lavori rivolti a migliorare l’indice di prestazione energetica, ovvero il fabbisogno annuo di energia primaria necessario per la climatizzazione invernale.

  1. interventi sugli involucri degli edifici.

L’importo massimo della detrazione fiscale previsto per questi interventi è di € 60.000.

Sono i lavori effettuati su edifici esistenti, che riguardano le coperture, i pavimenti, le pareti, finestre comprensive di infissi e portoni di ingresso.

E’ necessario che a seguito dei lavori sia conseguito un risparmio energetico, nella fattispecie che il valore di trasmittanza sia effettivamente migliorato.

  1. installazione di pannelli solari.

L’importo massimo della detrazione fiscale previsto per questi interventi è di € 60.000.

Sono i lavori di installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali. I pannelli devono essere conformi alle norme comunitarie ed avere un termine di cinque anni di garanzia.

  1. sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.

L’importo massimo della detrazione fiscale previsto per questo intervento è di € 30.000.

Riguarda la sostituzione intera o parziale di impianti

L’iter della detrazione.

Dal 2011 la detrazione va ripartita in dieci rate annuali di pari importo.

Sono detraibili sia le spese sostenute per i lavori edili degli interventi di risparmio energetico, sia quelle per le prestazioni professionali necessarie per la loro realizzazione e per la redazione della certificazione energetica.

La detrazione non è cumulabile con altre agevolazioni fiscali previste per i medesimi interventi da leggi nazionali.

I documenti richiesti sono:

  • l’asseverazione di un tecnico abilitato che certifichi la conformità dell’intervento ai requisiti tecnici richiesti

  • la certificazione energetica prodotta dopo la realizzazione degli interventi

  • la scheda informativa degli interventi effettuati redatta secondo lo schema indicato dal decreto attuativo

I documenti dovranno essere inviati per via telematica entro 90 giorni dalla fine dei lavori e dovranno essere conservati.